Come migliorare gli spigoli delle sedi esagonali costruite con stampa 3D

Capita molto spesso di dover posizionare dadi esagonali o viti con testa esagonale all’interno di prototipi.  

Durante l’estrusione dei filamenti risulta molto difficile riprodurre esattamente gli spigoli.
La velocità di deposizione è tale da trascinare il filamento durante il percorso dello spigolo determinando il suo arrotondamento. 

Nel caso di angoli interni, se si ha la necessità che gli spigoli siano vivi, ci sono essenzialmente due strade da percorrere: 

  • Usare il massimo della definizione per diminuire l’effetto di arrotondamento. L’effetto rimane, è un limite tecnologico, ma viene attenuato dal fatto che lo spessore dell’estrusione è minore.
  • Modificare il modello 3D eliminando lo spigolo vivo tramite creazione di scarichi sugli angoli. Di seguito uno schema di esempio.
esempio-spigoli-con-scarico

Esempio di “scarico” per angoli vivi. 

Se è necessario soltanto 1 angolo vivo , si può posizionare il punto di chiusura del percorso di estrusione sullo spigolo desiderato. In questo caso , non dovendo disegnare una curva la macchina inizia e finisce l’estrusione in quel punto creando lo spigolo richiesto. Nel caso di angoli esterni occorre invece orientare il pezzo in camera di stampa in modo che il piano di stampa sia trasversale all’angolo.  A seconda dei casi non è sempre una soluzione percorribile.